Contact
Subscribe to our newsleter
Free Design Software
rfq rfq

DATI DI PROGETTO


  • Bruxelles
  • Belgio
  • Architetto:
    cepezed architecten Delft, Philippe Samyn and Partners architects & engineers
  • 20012 - 2014
  • Committente
    Project Tour & Taxis, Bruxelles
  • Ingegneria:
    Smit Westerman, Gouda (NL)
    Ingeniersbureau Meijer, Edegem (B)
  • General contractor:
    Van Laere
  • Costruzione in acciaio:
    CSM
  • Foto:
    1-7 © cepezed / Léon van Woerkom; 8,9, 11 © CSM, 10 © Infosteel

APPROFONDIMENTI


  Piante, sezioni e dettagli costruttivi
  Prodotto: Travi asimmetriche per solai SFB

Il nuovo edificio per l'agenzia ambientale di Bruxelles


Progettato secondo i principi più sofisticati di edilizia sostenibile, il nuovo edificio di Bruxelles Environnement, agenzia ambientale della città, è il più grande edificio passivo belga e si costituisce come un esempio da seguire. La sua forma unica è resa possibile grazie alla struttura mista acciaio e cemento armato che contiene travi SFB fornite da ArcelorMittal.

Il nuovo edificio per l'organizzazione governativa "Bruxelles Environnement" è stato progettato per spiccare sotto diversi punti di vista. La sua forma compatta è il risultato del concept di progetto strettamente ecologico, e gli stringenti standard di responsabilità, mentre l'organizzazione interna riflette l'apertura e la trasparenza verso i cittadini.

Autore del design e concept di qualità ecologica è lo studio di architettura olandese Cepezed a cui è stato chiesto di creare un edificio degno di ospitare l'agenzia dell'ambiente della città, che dia l'esempio in materia di costruzione ad alta efficienza energetica e sostenibile. Bruxelles Environnement è ora il più grande cantiere passivo in Belgio e è stato certificato con BREEAM Excellence.

Aria condizionata intelligente, accessibilità, compattezza e funzionalità e valore iconico sono solo alcune delle molte caratteristiche in questo edificio trasparente in cui tutti i componenti sono in contatto visivo e sono caratterizzati da un ampio uso di luce naturale. Ciò è reso possibile grazie ad una struttura mista acciaio e cemento che traduce il concetto di "apertura" dello spazio in design.

Struttura trasparente, aperta e leggera, con travi SFB di ArcelorMittal
La struttura dell'edificio combina acciaio e cemento: una cornice metallica (pilastri in acciaio e travi) e prefabbricati in cemento e solai realizzati in cantiere. Considerando che l'acciaio fornisce la capacità di carico, il calcestruzzo stabilizza la struttura. Lo scheletro in acciaio è lasciato principalmente visibile e con il suo colore bianco contribuisce a rendere la struttura trasparente e leggera.

La scelta dell'acciaio per i principali elementi strutturali era un risultato logico dei requisiti di sostenibilità. Esso infatti si presta particolarmente alla costruzione prefabbricata, che offre una serie di vantaggi: numerosi componenti sono stati fabbricati in officina e potrebbero poi essere assemblati rapidamente ed esattamente in loco. In caso di smantellamento dell'edificio, l'acciaio può essere riutilizzato completamente.

In totale, circa 900 tonnellate di acciaio di grado S355 sono state utilizzate per la struttura dell'edificio, sotto forma di tubi strutturali quali le colonne e di laminati come le travi del pavimento, realizzati in varie tipologie, lunghezze e spessori.

ArcelorMittal ha fornito l'innovativo sistema SFB (trave di solaio sottile), una sezione HE con una piastra saldata alla sua flangia inferiore a sostenere il solaio. In questo modo, lo spessore della lastra può essere ridotta e l'altezza del pavimento può essere ottimizzata.

Nel caso dell'edificio Bruxelles Environnement, le travi SFB sono realizzate con profili HEB 260, 240 e 280 e HEM, con una piastra da 15 o 25 mm saldata alle loro flange inferiori. Anche le colonne tubolari sono state dotate di una lamiera saldata che ne estende la forma e garantisce il supporto perfetto per le travi del pavimento, per una corretta trasmissione dei carichi. Dopo la fabbricazione, la piastra e la colonna sono stati fresati per assicurare che siano perfettamente paralleli ed in contatto diretto con le travi.

La struttura in acciaio è protetta con vernice intumescente senza composti organici volatili per soddisfare i requisiti BREEAM.

Fuori dall'ordinario: Tetto & facciate
L'integrazione del tetto con le facciate dona a Bruxelles Environnement il suo aspetto unico. La relativamente piccola facciata anteriore previene la dispersione del calore, il tetto a cupola si fonde con le facciate diventando praticamente invisibile. Anche se sono molto trasparenti, le facciate contribuiscono significativamente all'isolamento e alla tenuta stagna di tutto l'edificio, grazie a porzioni orizzontali alternate di tripli vetri e pannelli sandwich isolanti in lana minerale, di colore nero montati su profili in alluminio estruso. Sul fronte e sulla facciata posteriore, lamiere di acciaio si alternano a pannelli fotovoltaici, coronati da una grande striscia vetrata sopra l'atrio.

Il tetto è costituito da un sistema di lamiere di acciaio zincato smaltato nero con pannelli fotovoltaici sulla parte superiore. L'intercapedine ventilata e i pannelli fotovoltaici proteggono l'edificio dal surriscaldamento estivo. Sui bordi della giunzione del tetto, è stata posizionata una struttura di supporto che funge da struttura portante per la costruzione del tetto superiore. Da un punto di vista estetico, questo si adatta molto bene dal momento che le lamiere nere sono continuano poi nella facciata. Inoltre, diverse grondaie nascoste sono state incorporate nel tetto.

Powered by aware