Contact
Subscribe to our newsleter
Free Design Software
rfq rfq

DATI DI PROGETTO

  • Cuiabá
  • Brasili
  • Architetto:
    GCP Arquitetos & Grupo Stadia
  • 2010 - 2014
  • Studio di ingegneria:
    Sinclair Knight Merz (concept)
    Ponto de Apoio (struttura in acciaio e copertura)
    EGT Engenharia (cemento)
  • Contractor:
    Consórcio Santa Bárbara/Mendes Junior
  • Lavori in acciaio:
    Entap Engenharia e Construções
  • Fotografi:
    1-8: © GCP Arquitetos/Nelson Kon
    9-11: © Edson Rodrigues, Secopa

APPROFONDIMENTI:


  Prodotto: armatura per calcestruzzo

Stadio Pantanal a Cuiabá


Lo Stadio Pantanal, chiamato anche Arena Governador José Fragelli, è il più grande stadio di Cuiabá, ed è stato concepito come una location funzionale, sostenibile e molto flessibile che ospita oltre 44.000 spettatori. L’acciaio di ArcelorMittal è stato utilizzato per il tetto, per la struttura che sorregge le file più alte di seggiolini, e per il parcheggio.

Il nuovo stadio è stato costruito su un lotto di terreno vicino al vecchio Stadio Governador José Fragelli, che è stato demolito nel 2009. I lavori di costruzione dello Stadio Pantanal sono cominciati nell’aprile del 2010. Il nuovo Stadio, progettato da GCP Arquitetos, è posizionato all’interno di un complesso architettonico di nuovo sviluppo che si estende per circa 3.000 mq, parte di un progetto di riurbanizzazione di un’area inutilizzata, che comprende una grande piazza, passerelle, fontane, aree verdi e ristoranti. Lo stadio e i suoi dintorni sono stati così concepiti per ospitare ogni tipo di sport, e di evento culturale o di intrattenimento anche una volta terminata la World Cup.

Considerato il più importante lavoro di Cuiabá per i Mondiali di Calcio FIFA, lo stadio Pantanal è stato progettato sulla base dei requisiti per gli stadi proprio di FIFA, e secondo i concetti di funzionalità e sostenibilità. Inoltre, accessibilità, comfort e sicurezza sono stati i concetti chiave attorno a cui sono stati progettati gli interni del nuovo stadio.

L’arena Pantanal offre 44.003 sedute, con 735 posti suddivisi in 108 aree VIP e 66 posti per disabili. I parcheggi possono ospitare un totale di 2431 auto, considerando tutte le aree di parcheggio poste sia nei sotterranei dello stadio che nei suoi dintorni.

La nuova struttura dello stadio è stata sviluppata considerando le condizioni climatiche della location. Inoltre, essa consiste in 4 moduli indipendenti con “angoli aperti” per permettere la ventilazione incrociata degli spazi.

Ogni modulo è coperto da un tetto sorretto da archi metallici, il tutto realizzato con una struttura reticolare in acciaio. Sotto la bianca membrana di protezione all’acqua ad elevata resistenza, la struttura è costituita da scan dole metallico trapezoidali con un isolante termico e un policarbonato alveolare, il tutto per un totale di 26.800 mq.


L’acciaio è stato poi utilizzato per la costruzione delle gradinate superiori, che poggiano su una struttura di travi e colonne imbullonate.

Al fine di unire visivamente i quattro moduli indipendenti in un unico stadio, è stata costruita attorno ad essi una struttura in acciaio rivestita da una membrana dal colore tendente al verde e perforata, composta al 50% da PVC e al 50% da una fibra tessile.

L’acciaio non è stato utilizzato solo per le possibilità estetiche che offre, ma anche per rendere l’infrastruttura più flessibile. Le gradinate superiori che ospitano 12.000 spettatori possono infatti facilmente essere rimosse dopo la Coppa del Mondo, quando non ce ne sarà più bisogno. La copertura in acciaio garantisce al progetto una certa leggerezza, combinata con la solidità della base in cemento delle gradinate inferiori e dei muri di contenimento.

Sono presenti un certo numero di fontane e laghetti artificiali attorno allo stadio, che fungono da umidificatori dell’aria, ed è stata prevista una vegetazione piuttosto varia ed estesa, anche all’interno dello stadio, che fornisce ombra e aiuta ad abbassare la temperatura, evitando l’effetto isola di calore. La vegetazione consiste principalmente in piante locale utilizzate nel clima dello stato brasiliano del Mato Grosso.

Sostenibilità
A causa degli spazi aperti tra le quattro tribune, l’aria può entrare attraverso il portale costituito dalla struttura in acciaio, il che riduce il bisogno di aria condizionata sia durante i giochi che successivamente.

La sostenibilità è stata un concetto perseguito anche durante i lavori di costruzione. Gli scarti delle demolizioni delle strutture esistenti, per esempio, sono stati utilizzati per la costruzione delle strade di accesso. Altri scarti da demolizione sono stati invece riutilizzati e riciclati.

Altre caratteristiche di sostenibilità includono il trattamento delle acque, un sistema di recupero dell’acqua piovana che mira alla riduzione del 35% del consumo di acqua dello stadio, impianto solare termico e l’uso di legno certificato con origine controllata.

Il progetto segue i requisiti del sistema internazionale di certificazione LEED.


L'acciaio di ArcelorMittal
ArcelorMittal ha fornito barre in acciaio, chiodi filettati e temprati, tralicci e catene per la struttura in acciaio delle gradinate e del tetto, e quello per le aree di parcheggio. In totale, la fornitura contemplava 6.000 tonnellate di prodotti lunghi, 1.000 tonnellate di prodotti piani e 34 tonnellate del nuovo prodotto per la recinzione Securifor 3D di ArcelorMittal, prodotta dal partner Belgo Bekaert Arames.

Powered by aware