Contact
Subscribe to our newsleter
Free Design Software
rfq rfq

DATI DI PROGETTO

  • Saint-Etienne-du-Rouvray
  • Francia
  • Architetto:
    Christophe Bidaud Architecte (CBA)
  • 2012
  • Committente:
    Camera di Commercio e dell'Industria di Rouen
  • Foto:
    © Arval by ArcelorMittal

APPROFONDIMENTI


  Prodotto: Indaten® acciaio autopatinabile
  Prodotto: Coque MD

Nuovo Campus “Integration of Embedded Systems" a St. Etienne


Il Campus “Integration of Embedded Systems” (Integrazione di Sistemi Incorporati), che si trova nella città francese di Saint Etienne du Rouvray, è la Mecca della ricerca operativa nel settore dell'automobile. Il nuovo edificio assomiglia al corpo di una macchina, la sua facciata in acciaio corten Indaten® fornito da ArcelorMittal contribuisce alla sua integrazione nel suo ambiente boschivo.

Con il Campus “Integration of Embedded Systems” (CISE) aperto nel 2012, la Graduate School of Engineering ESIGELEC e il suo Istituto di Ricerca IRSEEM (Istituto di Ricerca per sistemi elettronici di bordo) hanno ora uno spazio comune per la ricerca e l'innovazione del trasferimento tecnologico, dopo 5 anni di lavori di collaborazione di successo. Le sue attività coprono diversi campi di applicazione nella ricerca automobilistica e aeronautica, tra cui i sistemi di navigazione, veicoli puliti, aerei elettrici efficienti del futuro, flotte robot, intelligenza ambientale, assistenza personale, affidabilità, elettro-mobilità e sistemi energetici.

La progettazione architettonica dell'edificio è ispirata dalla sua funzione, il mondo dell'automobile. In astrazione, la sua struttura allungata è simile al corpo di una macchina. Situato tra la ESIGELEC e gli edifici IRSEEM come un trattino, la nuova costruzione è visibile, ma allo stesso tempo intende essere "nascosta" dalla sua integrazione nell'ambiente boschivo. La struttura orizzontale contrasta con la verticalità della fila di alti pini di fronte ad esso, il colore marrone della facciata acciaio corten imita i colori del legno offrendo la resistenza e la protezione dell'acciaio.

Con una superficie utile di 5.000 mq, l'edificio è diviso in tre aree in base alle sue attività: la ricerca, il trasferimento e l'innovazione che è l'anima del business. È compreso quindi un laboratorio, diverse piattaforme dedicate all'innovazione e un laboratorio di ricerca avanzata.

Il progetto architettonico, sviluppato da Christophe Bidaud Architects, garantisce la sintesi tra un mondo altamente tecnologico e il particolarmente forte ambiente naturale. L'edificio esprime l'ambizione per l'innovazione e l'apertura verso il mondo esterno, pur mantenendo la sobrietà e una certa riservatezza nel disegno. L'obiettivo era quello di offrire uno spazio architettonico e funzionale per il perseguimento di ricerca applicata nei settori dell’automotive e aerospaziale e di trovare la migliore combinazione possibile di funzionalità e qualità dello spazio, al fine di garantire la competitività a lungo termine.

La struttura della parte dell'edificio che ospita i laboratori è fatta di travi in acciaio e colonne, mentre gli spazi per uffici, sale riunioni e la hall hanno una struttura in cemento armato.

La facciata nord dell'edificio campus, ovvero la parte dei laboratori, è realizzata in acciaio autopatinabile. Questo tipo di acciaio offre una elevata resistenza alla corrosione grazie allo strato protettivo che si forma sulla sua superficie. Esteticamente, l'acciaio con il suo colore brunastro riflette i dintorni boscosi e si fonde con il paesaggio. La facciata è costituita da una combinazione di elementi opachi e forati che forniscono protezione dal sole. L'acciaio corten Indaten® è stato fornito in pannelli MD Coque, un prodotto di rivestimento estetico della gamma di prodotti Arval ArcelorMittal Construction sviluppato appositamente per l'utilizzo con acciaio Corten.

Powered by aware