Contact
Subscribe to our newsleter
Free Design Software
rfq rfq

DATI DEL PROGETTO

  • Rho-Pero, Milano
  • Italia
  • Architetto :
    Massimiliano Fuksas
  • 2005
  • Committente :
    Sviluppo Sistema Fiera SpA
  • Realizzazione :
    Astaldi, Vianini Lavori e Impresa Pizzarotti
  • Fotografo :
    Cortesia Fondazione Fiera di Milano e Corinne Sougnez

APPROFONDIMENTI

Nuova Fiera di Milano


Il nuovo complesso fieristico di Milano è composto da otto grandi padiglioni espositivi, due dei quali a due piani e collegati da una passerella centrale, e un grande edificio centrale con quattro torri, che funge da centro di gestione e servizi. All’interno della nuova Fiera sono state inserite 80 sale conferenze, 20 ristoranti e 25 caffetterie.


Gli elementi architettonici più rilevanti e originali del nuovo complesso fieristico di Milano, concepito da Massimiliano Fuksas sono due strutture in vetro e acciaio che fungono da coperture per gli spazi pubblici e che possono essere considerati prototipi di notevole complessità e audacia ingegneristica.

Il primo di questi elementi è sicuramente la “Vela”, un lungo nastro vetrato che copre la passerella centrale di distribuzione, composta da oltre 100 pezzi unici, appositamente progettati e realizzati per questo progetto.
Il secondo elemento è, invece, il tetto in vetro e acciaio del Centro Servizi, che ricorda un’enorme onda nell’oceano. Incorporata nel logo dell’appaltatore, questa struttura viene comunemente chiamata “il Logo”, tanto da poterla definire la “struttura-simbolo” del nuovo complesso della Fiera di Milano.

Il Logo è una cupola di 36 m (118 piedi) che, con la forma fluida e complessa, copre l’ampia hall del Centro servizi e la sala conferenze. Dal punto di vista costruttivo esso è simile alla Vela, ma presenta una più ridotta sezione vetrata, in modo da agevolare il riscaldamento e la climatizzazione dell’area sottostante.

Dall’esterno, il Logo appare come un’enorme “pinna” che si innalza dal Centro servizi davanti alle quattro torri che ospitano lo spazio uffici permanente del complesso. La pinna si incurva quindi verso terra, quasi a creare un cratere di vetro.

La vela
La Vela è una struttura tridimensionale in vetro e acciaio che misura più di 1.300 m in lunghezza, 32 m in larghezza e 23 m nel suo punto più alto. Essa copre una passerella costruita a 6,5 m di altezza dal suolo e che si estende da est a ovest, dando accesso ai 28 edifici che si affacciano sul percorso centrale.

Essa è collocata in modo da proteggere gli edifici e i padiglioni che si affacciano sul percorso centrale e ne segue il profilo in altezza, formando picchi, colline, ripiani, valli e crateri che scendono fino a terra.

La Vela è un prototipo, una struttura unica nel suo genere, di singolare complessità e genio ingegneristico, in cui ogni elemento progettato e numerato singolarmente per distinguerlo dagli altri, dato che i pezzi non sono intercambiabili, ed è sorretta da colonne circolari dal diametro di circa 50 centimentri, ciascuna con sei diramazioni di supporto appositamente calcolate per offrire uno spazio coperto ancora più ampio.

La sua costruzione ha richiesto 19.000 disegni, 3.600 disegni di dettagli strutturali e più di 300 progetti solo per le planimetrie generali.

La Vela è composta da 8.800 tonnellate d’acciaio, 47 mila metri quadri di vetro speciale da 17 mm che può reggere l’impatto di chicchi di grandine da 155 gr (quasi una palla da tennis).

Data la natura audace della Vela, il suo comportamento statico è stato collaudato nel tunnel del vento del Politecnico di Milano. La supervisione dei calcoli statici per la Vela è stata affidata allo studio Schlaich Bergermann und Partner di Stoccarda, di fama internazionale.

Circa il 60% delle strutture sono state realizzate presso le fabbriche dei fornitori e assemblate quindi al cantiere Rho-Pero, che poteva essere assimilato quasi a un cantiere navale, in cui si effettuava un assemblaggio continui di enormi pezzi di un puzzle gigante.

I padiglioni
Il padiglione tipo della nuova Fiera è a un solo piano e rettangolare e misura circa 64 x 224 m. Esso presenta una struttura base in metallo e un sistema di travi che costituiscono il reticolo primario e secondario posto a un’altezza di 4 m. Le enormi finestre di 48 metri che illuminano i padiglioni consentono di ridurre il numero delle colonne interne a 12, poste al centro di ogni padiglione.

La scelta del materiale strutturale – l’acciaio – è una conseguenza logica delle necessità di creare spazi enormi con grandi finestre in un tempo estremamente breve. La struttura in acciaio di ciascuno stand pesa più di 3.500 tonnellate, a cui occorre aggiungere le circa 90 tonnellate di vetro utilizzate per la copertura.

Le pareti interne, invece, sono state realizzate in lamiera di acciaio inox e vetro o cemento armato prefabbricato.

Ciascun padiglione è annesso a un edificio a quattro piani che ospita caffetterie, ristoranti, sale conferenze e aree di servizio.

Ciascun padiglione è diviso internamente nel senso della lunghezza da un muro antincendio REI 90, le cui porte, collegate al sistema antincendio, sono alte 7 m e larghe 12 m e vengono normalmente lasciate aperte durante le fiere che occupano un intero padiglione.

I lucernari di forma ellittica che si aprono in copertura sono una caratteristica distintiva dei padiglioni. Essi sono coperti sui lati da lastre trapezoidali di lamiera di alluminio e sul lato superiore da vetro.

Il tetto stesso è stato realizzato in lastre di lamiera d’alluminio caratterizzate da una lunghezza continua totale di 160 m (525 piedi) per l’intera larghezza del padiglione.
La struttura del pavimento è composta da una base di cemento con finiture polvere di quarzo,

I padiglioni:
Il progetto comporta la costruzione di otto padiglioni fieristici, su un’area contrassegnata da tre diversi livelli, come segue:
- 4 padiglioni a piano singolo (padiglioni 2, 4, 6 e 10)
- 2 padiglioni a piano singolo, identici ai precedenti ma più alti di 4 m (13 piedi) (padiglione 5)
- 2 padiglioni a due piani (padiglioni 7 e 9)

Informazioni tecniche:
- Superficie del cantiere: 1.200.000 mq (12.917.000 piedi quadrati)
- Area coperta totale:  530,000 mq (5,705,000 piedi quadrati) – pari a 50 campi da calcio
- Area fieristica all’aperto: 60.000 mq (646.000 piedi quadrati)
- Passerella centrale: 1,3 km (0,81 miglia)
- Strutture in acciaio: 77.000 tonnellate – pari a 10 volte la Torre Eiffel
- Aree a vetri: 200.000 mq (2.153.000 piedi quadrati) – pari a venti grattacieli da 20 piani
- Strutture in cemento armato: 400.000 metri cubi (14.126.000 piedi cubi di cemento)
- Cavi: 2.500 km (1.553 miglia) – pari a più di tre volte la lunghezza dell’Italia

Powered by aware