Contact
Subscribe to our newsleter
Free Design Software
rfq rfq

Qualità degli acciai strutturali

Gli acciai strutturali disponibili secondo gli standard europei e giapponesi, americani, russi appaiono elencati nelle tabelle 2, 3 (EN), 10 (ASTM), 11 (GOST) e 12 (JIS). Queste tabelle riassumono i principali requisiti degli standard e vi sono indicate le caratteristiche meccaniche e la composizione chimica dei tipi di acciaio.

PSu richiesta sono disponibili altri tipi di acciaio (CSA canadese per esempio).

La tavola invece, mostra una lista di designazioni corrispondenti tra le norme europee ed i tipi HISTAR®, con gli standard americani, canadesi, giapponesi e i vecchi standard nazionali europei.

Gli acciai vengono normalmente forniti con un contenuto di Si compreso tra 0,14% e 0,25% e pertanto sono in grado di formare uno strato di zinco durante il processo di zincatura a caldo per immersione (diagramma 1).

Dato che il contenuto di fosforo in questi acciai è  normalmente inferiore a 0,035%, esso non influirà minimamente sullo spessore finale del rivestimento.



Diagramma 1: Spessore del rivestimento in zinco in funzione dei diversi parametri

Le caratteristiche meccaniche dei Profili ArcelorMittal sono ottimizzate grazie a un controllo preciso della temperatura durante il processo di laminazione.

Gli acciai prodotti tramite laminazione termomeccanica (condizioni di fornitura M), se confrontati con gli acciai normalizzati, evidenziano migliorati valori di resilienza grazie a bassi valori di carbone equivalente ed a una microstruttura di grano fine.

Per quanto riguarda le loro caratteristiche tecniche, gli acciai laminati a caldo hanno buone caratteristiche di formatura a freddo. Similmente agli acciai strutturali normali, possono essere raddrizzati a fiamma sempre che le specifiche massime di temperatura non vengano superate.

Nel caso si vogliano ridurre le tensioni residue, si devono tenere presenti gli usuali range di temperatura e tempi di riscaldamento, secondo le raccomandazioni abituali. La formatura a caldo, insolita nella produzione di profilati, non deve essere applicata in osservanza della norma EN 10025:2004.

Powered by aware